Ci sono dei momenti in cui senti un brivido, o più d’uno, salirti su per la schiena. E nella migliore delle ipotesi resta lì per un bel pezzo, a farti rabbrividire di… di cosa? Piacere? Paura?

Entrambi. Perchè il piacere è un sottilissimo filo di lana, tutto sfilacciato, e sempre teso. Può spezzarsi, e costringerti a tornare sulla Terra. Oppure, come moltissimi fili di lana sfilacciati, restare testardamente teso, anche quando vorresti che si spezzasse.

Ma la lana non è forse un insieme di piccole e insignificanti fibre? E cos’è il piacere, se non un insieme di piccole e insignificanti emozioni?

Dovremmo soffermarci con più attenzione su ognuna di queste, per capire che il piacere, la paura, la gioia… sono prodotti più complessi di quanto immaginiamo.

Annunci